venerdì 20 febbraio 2015

Recensione Le sintonie dell'amore di Colleen Hoover


Titolo: Le sintonie dell’amore
Titolo Originale: Losing Hope
Autrice: Colleen Hoover
Serie: Hopeless #2
Ambientazione: USA
Protagonisti: Holder e Sky
Editore: Leggereditore
Pagine: 310
Data di uscita: 24 Luglio 2014
Livello di sensualità: Caldo
Punto di vista: Prima persona Holder

Trama: Ci sono ricordi che è pericoloso portare alla luce, cicatrici che è doloroso riaprire: ma per Holder e Sky, due ragazzi difficili con un tragico segreto alle spalle, è fondamentale affrontare quello che è stato per poter vivere quello che sarà. Holder vive perseguitato dal proprio passato, schiacciato dal senso di colpa per il suicidio di sua sorella Leslie. E poi c'è il ricordo di Hope e di quel maledetto giorno, quando ha lasciato che la sua vicina di casa di quando era bambino salisse su quella macchina e sparisse per sempre dalla sua vita. Il rimorso che incupisce la sua esistenza lo costringe a continuare a cercarla, fino a quando in un supermercato incontra Sky, che ha gli stessi occhi della sua amica di un tempo, e pensa di averla ritrovata. La vicenda di 'Le coincidenze dell'amore' raccontata dal punto di vista di lui, per rivivere la storia attraverso nuove emozioni.



Recensione:
Se avete letto Le coincidenze dell’amore, la storia la conoscete già. Ma se, come me, vi siete innamorate di Holder, vorrete rileggerla, perché questa è la storia dal suo punto di vista. E che punto di vista…

La storia inizia qualche tempo prima dell’incontro tra Holder e Sky, inizia nel momento in cui Holder si comporta da perfetto fratello maggiore, prendendo a pugni quel bastardo traditore del fidanzato di Les, la sorella gemella, successivamente torna a casa e passa tutta la notte accanto a lei, per confortarla e consolarla. Il giorno dopo, Les è morta. Vedere i suoi occhi spenti, lo riporta indietro di anni, al giorno in cui ha perso Hope e tutto il suo mondo è cambiato. Essere nella testa di Holder in quel momento è terribile, perché prova dei sentimenti che nessuno dovrebbe mai provare, tanto meno un ragazzo di diciassette anni: senso di colpa, impotenza, odio verso se stesso…

Ogni capitolo successivo è introdotto da una lettera che Holder scrive a Les. Sono lettere struggenti, commoventi, ma non sono sempre lettere buone. Anzi, a volte sono piene di rabbia e di domande che rimangono senza risposta, ma per questo sono ancora più vere. Holder si rende conto che Les ha indossato una maschera per quasi tutta la sua vita, fingendo che tutto andasse bene, capisce così di non averla mai conosciuta davvero. A questo punto lo vediamo fare qualcosa di disperato, qualcosa che non mi aspettavo da lui. Ma anche quando sbaglia, lo fa con una tale dolcezza, con tanto sentimento, che è impossibile avercela con lui.

Un anno passa in fretta ed ecco l’incontro tra Sky e Holder al supermercato (dovrete aspettare il capitolo 7!). E’ davvero bello rivedere la loro storia attraverso gli occhi di Holder, capire cos’ha provato in quei momenti in cui sembrava un maniaco bipolare. Ma soprattutto è devastante sentire quello che prova quando scopre cos’è successo a Hope, cos’è successo a Les. E niente… non si può che innamorarsi ancora di più di lui. Per concludere lascio la parola a Holder.

“Sono sicuro che sia troppo presto per dire che la amo, anche se… cacchio. Ogni volta che fa così provo l’irrefrenabile impulso di accelerare i tempi. Adesso ho voglia di baciarla e di fare l’amore con lei e di sposarla e di fare un figlio con lei, e fare tutto stasera.”

“Si fottano le prime volte, Sky. La sola cosa che mi importa, con te, sono i per sempre.”

Il mio voto è
Ciao a tutti, Alice

2 commenti:

  1. Bellissimo! Senza togliere nulla al primo della serie, questo è ancora più bello!

    RispondiElimina
  2. Ah beh, mor... Parla Holder! *_*

    RispondiElimina