domenica 29 marzo 2015

Recensione Finché non sei arrivato tu di Kristan Higgins


Titolo: Finché non sei arrivato tu 
Titolo originale: Until There Was You
Autrice: Kristan Higgins
Serie: No
Editore: Harlequin Mondadori
Data di pubblicazione: 16 luglio 2013
Pagine: 255
Personaggi: Liam Murphy, Cordelia "Posey" Osterhagen
Ambientazione: New Hampshire (United States) 
POV: Terza persona
Livello di sensualità: Soft


Trama: Chi di voi non ha sognato di imbattersi, ad anni di distanza, nell'uomo che le ha spezzato il cuore scagli la prima pietra. Magari in una serata in cui siete in forma smagliante, al braccio del vostro fidanzato bellissimo, stupendo e super innamorato che non riesce a tenere le mani a posto nemmeno in pubblico. Non riesce a non accarezzarvi, a non posarvi un bacio sul collo o a mascherare la propria felicità. E a un tratto... no, non può essere lui, l'uomo che ha trattato il vostro cuore come uno staccio, ci si è pulito i piedi e lo ha buttato in un bidone. Oh, ma gli anni non sono stati clementi, con lui, poverino... Peccato che a Posey Osterhagen non sia successo esattamente così. La divisa da cameriera del ristorante di famiglia, con quei nanetti ricamati e i collant verdi, non ha proprio l'effetto di esaltare la sua bellezza, quando Liam Decla Murphy fa il suo ingresso. Ancora bello e affascinante come un tempo, porta scritta in faccia la parola guai.
Commento di Corinna:
Sant’Elvis Presley, quanto mi è piaciuta questa storia! Questa è stata la mia istintiva esclamazione quando ho terminato di leggere questo romance.

La trama non è molto originale ma io sono una lettrice che non cerca la novità nei libri. Per carità se c’è ben venga, ma sono convinta che lo stile di un’autrice brava riesca a rendere unica anche una storia dal plot letto e riletto. E la Higgins, in questo caso, ci riesce benissimo. La sua scrittura è semplice, vivace, a tratti sfacciata, ma, allo stesso tempo, penetrante quanto basta. Leggi la storia, ti diverti, ti rilassi e ti rimane qualcosa dentro che non ti farà dimenticare il tutto dopo un nano secondo. I suoi personaggi sono normali e per questo veri, le sue ambientazioni tipiche scene della vita di tutti i giorni. Non ci sono eroi invincibili, non ci sono scene da film hollywoodiano, ma si sogna lo stesso e tanto.

Posey, la protagonista, è un brutto anatroccolo che non diventa cigno. Piccola e minuta, passa molto inosservata ma sa conquistare gli sguardi di chi le si avvicina con la sua dolcezza, determinazione e soprattutto con la sua sensibilità. Liam, invece, è fa.vo.lo.so! Non è perfetto, non è il classico maschio Alfa che non deve chiedere mai. E’ un dono di Dio alle donne, sì perché è figo fino a questo punto, ma è umano e come tale convive con le sue paure, le sue angosce e responsabilità che lo rendono vero e per questo incredibilmente irresistibile. La loro storia d’amore sa di rivincita per un passato che ha lasciato l’amaro in bocca a entrambi. È un sentimento genuino, sincero, che sa molto di reale e concreto.

Ottima anche la caratterizzazione degli altri personaggi che danno incisione a tutto il contesto. In particolar modo mi è entrata subito nel cuore Nicole, adolescente spigliata alle prese con le lotte tipiche di quell’età. Molto tenero anche il modo in Liam affronta i patemi di un padre solo. Mi ha strappato più di un sorriso con i suoi modi burberi ma tanto, tanto dolci.
Ma con il cuore cito anche Jon, simpaticissimo nei suoi battibecchi a senso unico con il compagno e la signora Osterhagen, mamma di Posey e inguaribile combina matrimoni.

Una lettura che consiglio vivamente a chi avesse voglia di trascorrere, anche solo un pomeriggio, a deliziarsi tra risate, sospiri e piccoli batticuori con il sottofondo di Sweet Caroline di Neil Diamond, brano che, sono certa, continuerete a canticchiare come ogni tanto faccio io.
Un romanzo dal finale che sa di favola da non farsi assolutamente scappare!

Il mio voto è:

Nessun commento:

Posta un commento