lunedì 11 maggio 2015

Recensione Innamorarsi di una stella di Tina Reber






Titolo: Innamorarsi di una stella
Titolo originale: Love Unscripted
Autrice: Tina Reber
Serie: Love #1
Editore: Nord
Pagine: 713
Data di uscita: 20 febbraio 2014
Protagonisti: Taryn e Ryan
POV: Prima persona
Livello di sensualità: bassa







Trama: Ryan Christensen è abituato a stare al centro dell’attenzione. Per uno dei giovani attori più pagati di Hollywood, gestire l’entusiasmo delle fan e l’invadenza dei paparazzi è normale routine. Eppure non gli era ancora capitato di dover fuggire da un’orda di ragazzine urlanti e di entrare in un pub ancora chiuso, pregando la proprietaria di aiutarlo a nascondersi…Dopo l’ennesima delusione, Taryn Mitchell ha deciso di non volerne più sapere degli uomini. E di certo non le importa nulla se un belloccio del cinema è in città per girare il suo prossimo blockbuster. 
Tuttavia, non appena Ryan Christensen si precipita all’interno del suo piccolo locale a Seaport, nel Rhode Island, lei rimane ammaliata dal suo sorriso, dalla sua dolcezza e dalla sua semplicità. E, col passare dei giorni, la voce della ragione si fa sempre più flebile: ogni volta che è con lui, Taryn si rende conto di essere felice come non le capitava da tantissimo tempo. Ben presto, però, scoprirà che innamorarsi di una stella non è sempre un sogno. Anzi spesso è un incubo fatto di giornalisti senza scrupoli, fotografi costantemente in agguato e fan disposte a tutto pur di mandare a rotoli il loro rapporto. Ryan e Taryn saranno abbastanza forti da sostenere il peso della fama, o gli scandali e i pettegolezzi li divideranno?

Pagina Facebook dell'Autrice
Sito internet della Casa Editrice

COMMENTO: Va bene, lo ammetto, qualche volta ho fantasticato su come sarebbe stato fare l'amore con Brad Pitt... mi è capitato dopo averlo visto in azione con Julia Ormond in Vento di passioni... Avete presente? Quella scena mi è rimasta impressa per molto, molto tempo.  Ma ho avuto fantasie più o meno lecite anche su Bon Jovi, il cantante degli Europe e Luca Argentero. Sì, ho una mente abbastanza agitata.

Perchè ho messo in ballo i miei sconci pensieri sulle star? Semplice, il libro di cui vi parlo oggi ruota intorno alla storia d'amore tra un attore di fama mondiale e una semplice ragazza: Ryan e Taryn.


L'incontro tra i due ha un che di rocambolesco. Ryan sta fuggendo da un'orda di fan impazzite e si infila nel primo nascondiglio che trova, il pub di Taryn che in quel momento è chiuso al pubblico. Quando lei si accorge della presenza di Ryan ne è sbalordita e ovviamente imbarazzata. Pur conoscendolo di fama non è una sua ammiratrice, non ha visto nessuno dei suoi film ed è una persona troppo pragmatica per abbandonarsi all'isteria. 

Questo è il motivo per cui Ryan riuscirà ad aprirsi con Taryn,  a comportarsi come una persona qualunque e non come una stella del cinema dalla quale ci si aspetta la perfezione. Taryn d'altronde ha i suoi preconcetti verso le persone famose, ma anche verso gli uomini in generale, dato che in passato è stata più volte usata e tradita. Questo connubio non rende Ryan l'uomo ideale agli occhi di Taryn.

I primi tempi in cui si frequentano i due lottano contro fan urlanti e paparazzi appostati nei posti più impensati e Taryn ce la mette proprio tutta per preservare la loro privacy e aiutare Ryan a vivere come una persona normale. Questa sollecitudine, unite al carattere dolce e generoso della ragazza fanno innamorare Ryan follemente e Taryn non è da meno, perchè scopre che dietro la facciata patinata dell'attore c'è un uomo gentile e solare e tremendamente spaventato dal successo.

Ovviamente ci saranno ostacoli da superare: attrici gelose, fan moleste, uomini possessivi e il mondo falso e dorato del cinema che non intende farsi scappare la sua gallina dalle uova d'oro.

Un libro davvero bello che espone in maniera semplice eppure dettagliata l'altro lato della medaglia della fama. E allora perché non ho dato cinque stelline piene? Per due motivi: la perfezione della protagonista e una trama in alcuni punti eccessivamente prolissa.

Taryn non ha difetti e questo per buona parte del romanzo la rende meno umana: è bella, ha un buon carattere, gestisce un pub, è socia di aziende vinicole e di un'azienda di catering, sa cucinare, lavora il vetro manco fosse un'abitante di Murano, progetta e arreda meglio di Renzo Piano, pesca come un uomo, consiglia Ryan su quali film dovrebbe interpretare anche se NON è una cinefila. Grazie al cielo è insicura e a volte ha una scarsa stima di se stessa!

Infine nella parte centrale la Reber si dilunga in dinamiche che, stringi stringi, sono le stesse, anche se ne cambia la parte esteriore. La fuga dai paparazzi o dalle fan è vista da varie angolazioni, ma alla fine si tratta sempre di fuga!

Le ultime duecento pagine sono... wow, in una parola favolose: è un susseguirsi di colpi di scena, c'è una tragedia e poi romanticismo, dolore, redenzione e un dolcissimo finale che mi ha fatto venire gli occhi a cuoricino.

Non mi resta che alzare gli occhi per cercare Una stella nel mio cielo.


Il mio giudizio è

Nessun commento:

Posta un commento