sabato 29 agosto 2015

Recensione Dopo quella notte di Linda Howard







Titolo: Dopo quella notte
Autore: Linda Howard
Casa Editrice: Mondadori- I romanzi Oro 
Data di pubblicazione: 2 agosto 2014
Pagine: 216
Ambientazione: Stati Uniti
Personaggi: Faith e Gray
Pov: Terza persona
Livello di sensualità: media









Trama: Pur assomigliandole fisicamente, Faith Devlin è molto diversa dalla madre Renée, donna amorale ed egoista, amante del potente Guy Rouillard. A soli quattordici anni Faith si prende cura del fratellino disabile e da lontano ama Gray, figlio di Guy. Quando Renée, una notte, non torna a casa e Guy scompare, tutti pensano che siano fuggiti insieme. La collera di Gray porta alla cacciata dalla città dei Devlin, definiti "spazzatura". Dodici anni più tardi Faith è diventata una donna di successo, forte e coraggiosa, ma non ha dimenticato l'umiliazione patita. Nonostante tutto, è ancora innamorata di Gray ed è determinata a riscattarsi ai suoi occhi per vincere il suo cuore. Prima, però, dovrà scoprire cosa è veramente successo quella notte...

La pagina Facebook dell'Autrice
Il sito internet della Casa Editrice

COMMENTO: E' uno di quei romanzi che ogni amante del romance dovrebbe aver letto, deve far parte del proprio curriculum, non c'è storia.

La sua prima pubblicazione risale al  1999 da parte di Euroclub, mentre l'anno scorso è uscito per i Romanzi Oro Mondadori. Inutile dire che quando lo lessi per la prima volta ne fui completamente rapita: la forza di questa donna che lotta contro un passato che l'ha marchiata per sempre è il fulcro del libro.

Faith ha soli tredici anni quando il mondo le crolla addosso: la sua è una famiglia disagiata, vive nel degrado più assoluto e lei da sola si occupa del fratellino down. E' innamorata da sempre del principe della cittadina in cui vive, il fascinoso Gray Rouillard. La madre di Faith è, guarda un po', l'amante del padre di Gray e questa situazione scandalosa non va proprio giù al ragazzo, che adora la madre e non vuole vederla umiliata.

Una notte scoprono il corpo senza vita di Rouillard senior e, tanto per non destare inutili sospetti, la madre di Faith sparisce. Gray scatena la sua rabbia sulla famiglia della ragazza, che durante quella notte verrà cacciata di casa, umiliata e fatta allontanare dalla città. Chi se ne importa se Faith è minorenne, se il fratellino down le sta attaccato alle gonne. Gray è il gran bastardo della situazione e per rimarcare la dose di malvagità, poco prima che la ragazzina tremante salga sull'automobile che la porterà via, le bisbiglierà siete spazzatura.

Quella frase rimarrà impressa nella mente di lei, sarà il leitmovit della sua vita: dovrà faticare per dimostrare di non essere la feccia che tutti credono, ma allo stesso modo non si sentirà mai all'altezza degli altri. Tornerà nella cittadina per dimostrare che sua madre non ha nulla a che vedere con la morte di Guy Rouillard e avrà un incontro/scontro con il fascinoso Gray.

Gray è il bastardo doc per eccellenza, che all'inizio ostacolerà la vita di Faith in tutti i modi, fino a soccombere di fronte alla sua dolcezza e alla sua caparbietà, fino a rendersi conto  che lei è diversa dalla sua famiglia.

Il libro non è solo una storia d'amore, ma questa coppia dovrà lavorare insieme per venire a capo di un mistero che apparentemente è stato svelato, perché dietro la morte di Guy si nasconde molto più di quello che Gray crede.

Consigliato a tutte le romantiche che credono nelle seconde possibilità.



Il mio giudizio è

2 commenti:

  1. Uno dei miei primi romance. La scena del bagno me la ricordo ancora x°D

    RispondiElimina
  2. Comunque, per me Gray rimane uno dei protagonisti maschili più odiosi della storia del romance (e di solito amo i bad boys!) :-D :-D :-D

    RispondiElimina