sabato 5 settembre 2015

Recensione Estasi infinita di Maya Banks







Titolo: Estasi infinita
Autore: Maya Banks
Editore: Leggereditore
Data di uscita: 10 Ottobre 2013
Pagine: 189
Punto di vista: Terza Persona
Sensualità: Alta








Trama: Il principe Alexander vive in esilio su una splendida isola caraibica, circondato dal lusso più raffinato e da tutto ciò che desidera. Da anni aspetta però una sola donna: stregato dalla sua bellezza quando era ancora troppo giovane, ha atteso che crescesse per averla finalmente con sé. Talia, ancora vergine, non può neppure immaginare cosa succederà mentre raggiunge l’isola sul jet privato del principe. Ma con dolcezza e maestria sarà introdotta in un mondo di piaceri proibiti dove ogni volere viene soddisfatto e ogni fantasia realizzata fin nei minimi dettagli. Quando il principe viene richiamato a compiere il suo dovere verso il suo paese in guerra, Talia si risveglia dal sogno per tornare fin troppo velocemente alla realtà. Riprende la sua vita precedente col cuore in pezzi, convinta di essere stata solo il capriccio passeggero di un sovrano annoiato e dei suoi uomini più fidati. Fino al giorno in cui si presentano alla sua porta, determinati a riaverla con loro…


COMMENTO: 

Se non l'avete ancora letto, rimediate, oh  voi amanti del genere erotico. Oppure se avete un paio di ore prima che rincasino marito e figli, avete appena messo il pollo nel forno, insomma se vi avanza un po' di tempo leggetevi questa favola erotica che vi farà sorridere ed eccitare. 

Avvertenze: non aspettavi l'introspezione psicologica dei personaggi, o una trama ricca di colpi di scena. Qui siamo davanti a una Cenerentola de noatri  che si trova catapultata da un giorno all'altro nel magico mondo di sessolandia.

La giovane, bellissima e molto buona Talia un bel giorno viene convocata dal Principe del suo Paese (un'isola fantomatica collocata nel bel mezzo del mar mediterraneo). L'ultima volta che si erano visti lei lavorava come aiuto giardiniere a Palazzo Reale, ma l'incontro inaspettato con quel figaccione del Principe Azzurro la rese maldestra e ops, galeotto fu un vaso di fiori andato in mille pezzi. Evidentemente il principe Alexander non era stato colpito solo dai cocci di ceramica ma anche dagli occhioni di Talia. Le paga gli studi universitari a Parigi e le costose cure mediche per la madre ammalata. Ma alla fine il nobile Alexander vuole riscuotere il premio e la manda a prendere con un jet privato, la fa portare sulla sua isola super lussuosa, super accessoriata e le dice senza mezzi termini che si deve sottomettere a lui e alle suo guardie del corpo.

Detta così suona veramente squallida, me ne rendo conto, eppure vi assicuro che durante la lettura non ho provato fastidio o disgusto. A parte l'orgia, la gang bang, l'uso di sex toys non ci sono pratiche particolari. E' solo Taila contro quattro uomini e nonostante la discrepanza numerica vince sempre lei. 

Devo ammettere che l'ho un po' invidiata e non perché se la spassa con quattro uomini l'uno più bello dell'altro e che, colpo di scena, si innamorano di lei. Ma le basta schioccare le dita e arrivano alzate di dolci, ogni tipo di frutta senza manco una magagna, indossa comode ciabattine, c'è sempre qualcuno che si prende cura di lei affinché non si disidrati e non si scotti sotto il sole. 

Ma, perché c'è un ma, il dovere chiama Alexander e così deve allontanare Talia da lui, o altrimenti la metterà in pericolo.
Lei torna a Parigi con il cuore infranto non per uno, ma per quattro uomini. I nostri eroi sapranno riconquistare la bella e offesa Talia? 
Ovviamente sì, ma siccome l'Autrice si chiama Maya Banks non aspettatevi il solito, noioso happy end.

Nonostante l'assurdità di quasi tutta la storia il romanzo si è rivelato una piacevole lettura e una favola erotica molto, molto coinvolgente.



Il mio giudizio è

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...