martedì 22 settembre 2015

Recensione The Wedding di Abigail Barnette - Serie The Boss #3






TitoloThe Wedding
AutoreAbigail Barnett
SerieThe Boss #3
Casa Editrice: Newton Compton Editori
Data di pubblicazione settembre 2015
Pagine: 364
Punto di vistaPrima persona (Sophie)
Livello di sensualità: molto alto


Trama: Dopo un anno difficile, il rapporto tra Sophie Scaife e il miliardario Neil Elwood è più frizzante e felice che mai. Il lato dominante di Neil spinge Sophie verso esplorazioni erotiche sempre più audaci e vette di passione mai sperimentate prima. Tuttavia nelle occasioni mondane, Sophie continua a sentirsi a disagio e teme di diventare una delle tante mogli trofeo che affollano l’universo sociale di Neil. Combattuta tra l’amore per lui e il suo desiderio di indipendenza, Sophie sa che dovrà lottare molto per dimostrare alla famiglia e agli amici di Neil quanto vale. E nel farlo, rischia di perdere tutto ciò che per lei fino a oggi è stato importante: la sua migliore amica, il suo passato e forse anche se stessa. La storia rovente e scandalosa tra Sophie e Neil può davvero diventare qualcosa di più?




COMMENTO:
Terzo episodio di una serie che reputo una delle migliori lette fino ad ora. E' un erotico raffinato, perversamente autentico,che non si trincera dietro falsi pudori. Credo che questo aspetto sia uno dei motivi per cui non tutti sono riusciti ad apprezzare la storia perché, al di là del gusto personale, ci sono due elementi che non la rendono accessibile a chiunque: l'enorme differenza d'età dei protagonisti, parliamo di ventiquattro anni, e l'apertura della loro vita sessuale. E ci tengo a sottolineare che in tre libri solo due episodi hanno trattato questo aspetto. Per lo più si tratta di fantasie, progetti, domande quasi buttate lì per caso, ma che lasciano intravedere ciò che, forse, potrebbe accadere dopo.

Ma veniamo al titolo del romanzo, Il matrimonio. Perché di matrimonio si tratta, anzi bisognerebbe usare il plurale, dato che sono tre, ma non svelerò i nomi delle coppie in procinto di pronunciare il fatidico Sì. Certo è che per tutto il libro aleggia  un'atmosfera a tratti gioiosa  e a tratti angosciante, come se questa promessa ineluttabile pendesse come una spada di Damocle su tutti loro.

Sophie e Neil sono più innamorati che mai, hanno comprato una nuova casa (ma dovrei chiamarla magione), lui ha deciso di ritirarsi dal lavoro per vivere a pieno la sua vita con Sophie, mentre quest'ultima ha finalmente trovato la sua strada.

Quello che mi ha colpita in questo libro, come pure nei precedenti, è l'umanità con cui sono stati tratteggiati i protagonisti. Pur trattandosi di un romance, con tutti gli annessi riconducibili al genere, Neil e Sophie commettono errori e hanno debolezze che me li hanno resi ancora più cari. Un esempio su tutti riguarda Sophie e il suo timore, fondato, che le persone la considerino una scalatrice sociale. Così, in un momento di profonda incertezza, (si trova da Hermès) al centro di un crocevia di sguardi al vetriolo, compra una Berkin, la Borsa per eccellenza. Valore: $ 100.000. Immaginate come si è sentita subito dopo la poveretta.

Altro tratto fondamentale di questo capitolo è l'amicizia tra Sophie e la sua amica del cuore che verrà messa a dura prova, a causa di un tradimento grazie al quale le due ragazze dovranno rivedere le reciproche convinzioni in fatto di lealtà e fedeltà. E infine il rapporto tra Sophie e la figlia di Neil, che si consoliderà una volta per tutte.

Una nuova storia che ho divorato, in cui la routine di una coppia collaudata non mi ha infastidita. La parte erotica è scritta in maniera molto vivida, a volte quasi brutale nell'accezione migliore del termine, e dove non ho saltato le parti riguardanti i rapporti sessuali come ormai mi capita sempre più spesso in libri che si dichiarano erotici.

Aspetto con ansia l'arrivo di The ex, o dovrei iniziare a preoccuparmi?


Il mio giudizio è

Nessun commento:

Posta un commento