venerdì 16 giugno 2017

Recensione Alto, tatuato e seducente di Tammy Kalkner (Serie I Fratelli Reed #1)


Titolo: Alto, Tatuato e Seducente
Serie: I Fratelli Reed #1
Autrice: Tammy Falkner
Editore: self-publishing
Data di uscita: 31 gennaio 2016
Genere: contemporary romance, new adult
Narrazione: prima persona, pov alternati

Trama: Lei è chiusa a riccio. Ma lui potrebbe essere la chiave.
Logan Reed è alto, tatuato e seducente.
Kit è una donna con un gancio destro fenomenale e un segreto.
Kit vuole un tatuaggio, ma Logan vede più di quello che lei vuole condividere nel disegno del tatuaggio che desidera. Lui la vede come nessun altro l’ha mai vista.
Logan non è un disabile, ma non parla da otto anni. Non sentiva la necessità di farlo.
Finché non conosce Kit.
Logan non sa tutto di Kit. Kit non sa nulla di sé, fin quando è costretta a sacrificare tutto quello che vuole per salvare ciò che lui ha più a cuore.

Recensione di Alice:
Perché le autrici americane sentano la necessità di scrivere le sinossi come se fossero dei telegrammi, ancora devo capirlo. Lei è così. Stop. Lui è cosà. Stop. Bah! Sarà simpatico la prima volta, ma ormai mi ha ampiamente fracassato i cojones. Eppure! Eppure nonostante la sinossi così e cosà, il romanzo ha fatto il suo dovere: mi ha intrattenuto con leggerezza, ironia e anche un po' di emozione, per un paio d'ore. Era quello che cercavo ed è quello che ho trovato. Potrei finirla qui, no? Dalla regia mi fanno cenno di no... vi tocca. 

Ooookey, allora, Kit è una giovane senzatetto, vive per strada perché è scappata di casa e a un destino che le era stato imposto dalla famiglia ma che a lei non andava bene per niente. Quindi ha fatto migliaia di chilometri e si è rifugiata in una delle metropoli più popolose degli Stati Uniti: New York. Qui sopravvive suonando la chitarra nella metropolitana e andando a dormire nei ricoveri per senzatetto. Un giorno entra in uno studio di tatuaggi con un disegno in mano, un disegno che ha un significato ben preciso. Ha risparmiato a lungo per poterselo permettere, e ora lo vuole a tutti i costi.

Logan in quel disegno vede qualcosa che lo affascina, qualcosa che, in qualche strano modo, lo lega a lei. Perché sarà pure sordo, ma gli occhi gli funzionano benissimo... Il cervello un po' meno, ma ha ventun anni e gli ormoni che scorrono a fiumi nel suo corpo "alto, tatuato e seducente". (Non sapete quanto mi sto mordendo le dita per non commentare il titolo!)

Logan prova un forte senso di protezione per quella ragazza, che capisce essere terribilmente sola. La segue e la vede suonare alla metropolitana. Quando capisce che non ha i soldi per permettersi un tetto sopra la testa per quella notte, la invita a casa sua. Quando lei rifiuta, come ogni bravo ragazzo che si rispetti, se la carica in spalla e ce la porta di peso. Una scena esilarante perché Logan è inoffensivo quanto un labrador: un tenerone a dispetto di tutti i suoi tatuaggi da duro. Nella realtà, se vi dovesse capitare, ragazze colpite ai piani bassi e urlate.

Sarà così, con la testa a penzoloni all'altezza del fondoschiena di Logan, che Kit farà la conoscenza con i fratelli Reed. Sono cinque, rumorosi e uniti. Hanno perso i genitori e da qualche anno devono cavarsela da soli. Adotteranno Kit con naturalezza, chi più e chi meno, facendola entrare a far parte della loro scapestrata famiglia.

Insomma, io mi sono divertita. La traduzione non è delle migliori, lo stile dell'autrice è semplice e diretto, non c'è una caratterizzazione particolarmente approfondita dei personaggi, ma la storia è carina, dolce, divertente, sexy e anche emozionante, in alcuni passaggi. Di certo non è un capolavoro di raffinata introspezione, ma è una lettura piacevole e poco impegnativa, perfetta quando si ha voglia di svagarsi un po' senza troppe paturnie. 

Quattro stelle

Nessun commento:

Posta un commento