sabato 25 luglio 2015

Recensione Spiral di Monica Lombardi (Serie GD Team #3)






Titolo: Spiral
Autrice: Monica Lombardi
Serie: GD Team #3
Editore: Emma Books
Data di pubblicazione: 22 Giugno 2015
Pagine: 299 
Narrazione: Terza persona
Sensualità: Media







Trama: Ariel Levy, detto Digger, ha sempre difeso la sua privacy anche dagli altri membri del Team: non è una scelta, è qualcosa che deve fare. La sua famiglia è stata smembrata, due volte, e ora Digger teme che anche quella sorella che, da bambina, teneva il suo cuore tra le mani, possa essere in pericolo. David G. Langdon rientra alla base dopo gli eventi che hanno sconvolto la vita della sua Alex. Il Team è ancora alla ricerca dell’Olandese, sospettato di essere il responsabile dell’attentato in cui anche GD ha rischiato la vita. L’uomo finora senza volto si è macchiato di un nuovo delitto, ma continua a scivolare tra le maglie della rete che il Team cerca invano di stringere attorno a lui, rimanendo nell’ombra. I misteri attorno al Team si infittiscono. Per avere risposte, GD dovrà ancora una volta cercare nel passato, nel suo passato, e trovare nel presente alleati preziosi: una donna sopravvissuta a stento ai suoi due uomini, un soldato in cerca di un modo per curare una ferita forse insanabile. Il mondo del Team è pericoloso, ma può risolvere, può sanare.


Commento di Vins:
E' probabilmente il libro della Serie che finora mi è piaciuto meno (novelle comprese) eppure... mi è piaciuto molto lo stesso. Penso che questo la dica lunga sul mio gradimento generale della Serie.
Tra l'altro, il motivo per il quale mi è piaciuto meno dipende unicamente dal fatto che non ci sono protagonisti assoluti con la loro storia d'amore immersa nella trama gialla (o più precisamente da spy-story).
Ne deriva che una storia d'amore che magari avresti voluto vedere sviluppata meglio, approfondita e con la classica "intensità romance", ne esce ovviamente molto ridotta.

Non so se si tratti di percezione personale ma, tra le tre coppie, una mi ha coinvolto più delle altre, e non si tratta di quella di cui parla la sinossi... Vista la centralità del personaggio in tutta la vicenda, azzarderei quasi a definire proprio Deborah la vera protagonista femminile del romanzo.
Anzi: mentre scrivo questo commento ne sono sempre più convinto.
In un romanzo così corale è ovvio che anche questa relazione (non svelerò "lui") sia un po' improvvisa, magari, e per certi versi poco approfondita bruciando un po' le varie tappe (evoluzione dei sentimenti e lieto fine compreso): ma è comunque quella che in poche pagine mi ha riservato le maggiori emozioni e, soprattutto, un'intensità che mi è mancata nelle altre.

Discorso valido più che altro per la storia di Digger: dalla sinossi sembra lui il protagonista del libro ma è solo uno dei comprimari.
La mia parziale delusione è tutta qui: mi sono affezionato ormai un po' a tutti i membri del GD Team e mi sarebbe piaciuto leggere anche per lui un qualcosa di ben sviluppato e approfondito.
Non so se c'entri questa mia aspettativa ma, a prescindere dalle impressioni soggettive, la sua storia d'amore mi è apparsa anche quella che presenta qualche falla oggettiva.
E' vero che c'erano alcune premesse importanti già negli altri libri ma mi è parso comunque molto, troppo repentino lo sviluppo dei sentimenti: sento come un'occasione mancata l'aver sacrificato alcune scene potenzialmente intense per il poco spazio a disposizione.

Breve e poco approfondita anche la terza che comunque mi è piaciuta...

Queste storie si "muovono" all'interno di tutto il resto della trama del libro.
Trama che non ha punti deboli, a mio modo di vedere, tranne forse uno: c'è un po' una situazione di stallo circa a metà libro. Una parte in cui è l'attesa a farla da padrone sicché sembra che ne risenta un po' il "ritmo" della storia: a mio modo di vedere, era un'occasione per approfondire un po' i vari aspetti sentimentali della vicenda.

Vicenda nella quale si muovono tutti gli altri personaggi (sarebbe riduttivo chiamarli comprimari) con la loro consueta perfetta caratterizzazione. Quante volte, nelle Serie con i protagonisti diversi ad ogni libro, abbiamo storto un po' il naso quando riapparivano i "vecchi" protagonisti e ci sembravano diversi rispetto a come li avevamo conosciuti nel libro incentrato su di loro?
Questo non accade mai con la Lombardi: forse ha ragione lei, i suoi personaggi si scrivono quasi da soli o comunque sembrano avere vita propria. GD, Michelle Duprè, Alex, Buck, Nicky, Jet, Xavier (e non menziono gli altri sei solo perché sono i protagonisti delle varie storie d'amore sicché è scontato il loro risalto ulteriore): non ce n'è uno che sia uguale all'altro o che appaia diverso da come l'hai conosciuto fino a quel momento.
Nessuno che sembri un semplice comprimario in questa storia: ogni scena che li vede presenti, regala comunque un qualche tipo di intensità al tutto. Penso sia l'aspetto positivo della coralità del libro: lo scotto da pagare è il ridimensionamento della parte rosa del libro.
Ne è valsa la pena? Forse si, forse no. Non lo so. So solo che, in effetti, leggendo le varie interazioni tra questi personaggi, il dispiacere per il ridimensionamento di altri aspetti del libro "pesa" un po' meno.

E il discorso sulla perfetta caratterizzazione dei personaggi vale anche per i cattivi: tridimensionali, sfaccettati. Dalle loro motivazioni agli aspetti più folli della loro personalità.

Tutto materiale ottimo per il prosieguo della Serie. Tanto che non so cosa aspettare con più ansia. Il libro con finalmente GD protagonista assoluto e la risoluzione definitiva della sua vicenda con "l'acerrimo nemico"? La storia di Xavier che ha delle premesse di livello emotivo altissime? Non lo so: penso solo che siano due trame che meriterebbero due diversi libri su di esse e non un libro corale come questo.

P.S. Sempre bella l'idea di inserire la colonna sonora immaginata dall'autrice per varie scene
Come ho già detto in precedenza, la musica è un qualcosa di molto soggettivo sicché mi risulta sempre più che altro piacevolmente curioso il motivo per cui ha scelto una data canzone per una certa scena (ed è divertente anche immaginare quale avresti invece scelto tu).
Ma a prescindere dal loro inserimento azzeccato o no in base ai propri gusti, questa volta, oltre al fatto di conoscerle un po' tutte (o quasi), son stato contento di trovare alcune canzoni che mi piacciono davvero moltissimo: Linger The Cranberries, Creep Radiohead, Still loving you Scorpions...

Il mio voto è:
La serie GD TEAM di Monica Lombardi è finora così composta:
0.5  - Nicky -  (Prequel - novella) - Ottobre 2014 - Nicole "Nicky" Kelly e Jaime "Jet" Travis
1   -  Vertigo - Giugno 2014 - Benjamin “Buck” Buckler e Alex Xavier
2   - Free fall - Dicembre 2014 - Nicole "Nicky" Kelly e Jaime "Jet" Travis
2.5 -  Alex - (novella)- Febbraio 2015 - Benjamin “Buck” Buckler e Alex Xavier
3   - Spiral - Giugno 2015










GD Team La guida - Aprile 2015

1 commento:

  1. ciao Vins!
    Credo che nel prosieguo della serie sarai soddisfatto, nel senso che prevedo una novella che riprenderà le vicende di Xavier e poi un romanzo con protagonista GD. Questo nei piani, che poi a volte cambiano in corso d'opera.
    Per esempio, il libro di GD avrebbe dovuto essere il terzo, mentre un altro personaggio ci si è messo di mezzo (e sono molto contenta che l'abbia fatto). Hai perfettamente ragione quando dici che Deb è il personaggio femminile centrale di questo romanzo ma, per motivi che intuirai facilmente ora che l'hai letto, non potevo "dirlo" nella sinossi. Pensavo che sarebbe stata un po' la storia dei due fratelli, ma anche Irina ha preteso più spazio, trasformando Spiral nella storia della famiglia Levy e, in seconda istanza, della famiglia che è il Team.
    Grazie per quello che dici sulla caratterizzazione dei personaggi, è un bellissimo complimento. E grazie che continui a seguire me e il Team.
    A presto!

    RispondiElimina