lunedì 4 gennaio 2016

Recensione Insieme per gioco di Lauren Rowe (Serie The Club #1)


Titolo: Insieme per gioco
Titolo originale: The club
Autore: Lauren Rowe
Serie: The Club #1
Editore: Newton Compton
Data di pubblicazione: 24 dicembre 2015
Pagine: 293
Punto di vista: prima persona alternato
Livello di sensualità: altissimo

Trama: Jonas Faraday, uomo d’affari e playboy, voleva solo entrare a far parte di un club esclusivo. Da quando però ha ricevuto quel messaggio privato dalla sconosciuta incaricata di seguire la sua richiesta di ammissione, Jonas è ossessionato dall’idea di trovarla e soddisfarla, facendole provare ciò che lei afferma di non aver mai sperimentato.
Sarah sa che ciò che ha fatto potrebbe costarle il lavoro, ma il messaggio nella richiesta di ammissione di Jonas Faraday era così brutale, sincero ed eccitante che non ha saputo resistere: ha dovuto contattarlo. Certo, nel confidargli che nessuno mai è riuscito a soddisfarla era anche consapevole di sventolargli sotto il naso un’irresistibile carota, ma non si aspettava che lui le avrebbe dato la caccia con tanta determinazione. E la tentazione di cedere è sempre più forte…

Recensione:

Quando abbiamo preparato il calendario con le uscite di dicembre, ho guardato la cover di questo romanzo e ho storto il naso. Poi  ho letto la trama e ho sbuffato. Alzando gli occhi al cielo ho pensato: "Ok, no, questo libro non fa per me per così tanti motivi che non ho nemmeno la voglia di pensarli tutti." Ma visto che poi l'ho letto e che l'ho letteralmente divorato, immagino di dovervi qualche spiegazione per giustificarvi il mio rifiuto iniziale.

A- La cover. Sì sono noiosa, sì dico sempre le stesse cose, avete ragione. Ma la vedete la cover originale qui a destra? E' semplicemente perfetta: figaccione in posa plastica, braccialetto viola al polso e scritte in greco che si vedono in trasparenza. E' personale e ogni dettaglio ha un significato. E' per-fet-ta! La cover italiana? Anonima. Non c'è altro da dire.
B- La trama: sapeva di letto e ri-letto, con il solito uomo alfa che fa godere le donne muovendo un dito, nemmeno avesse dei poteri magici. Uffa, ma basta! 
C- E' un erotico e io non amo gli erotici. Il più delle volte li trovo noiosi, banali, ridicoli e soprattutto non hanno l'effetto che in teoria dovrebbero avere: eccitare. Se mi va bene ridacchio delle performance impossibili dei protagonisti, se mi va male sbadiglio fino a slogarmi la mascella.

Le premesse erano terrificanti, ma poi ho letto qualche commento entusiasta qui e qualche estratto là e la mia curiosità da scimmia (chi l'ha letto capirà il riferimento) mi ha costretta a farmi una mia opinione. E sia lodata la curiosità! Questo romanzo è strepitoso!

Già dalle prime pagine ero incantata: Jonas, il protagonista, deve scrivere una email di presentazione a questo misterioso Club di incontri. Vi giuro sulla mia Gucci che non ho mai letto di un protagonista così! E' schietto ai limiti della decenza, perfettamente consapevole di essere un uomo irresistibile e con dei bisogni sessuali perfettamente "normali" (niente BDSM! evviva!), se non fosse per questa sua fissazione di far raggiungere l'orgasmo alle sue partner. Ora, vorrei davvero riportarvi tutta questa famosa email, perché è uno spettacolo di arroganza, erotismo e sensibilità. (Sì, sembra strano, ma Jonas è un uomo incredibilmente sensibile. Abbiate fede, ci arrivo, ci arrivo!) Ma non posso, quindi eccovi solo un piccolo assaggio:
"Alcuni uomini dicono che scopare una bella donna li avvicina a Dio. Io penso che dovrebbero puntare più in alto. Perché quando faccio venire una donna come non è mai venuta prima, quando si arrende lanciandosi nell'abisso buio, non solo mi avvicino a Dio. Divento Dio. Il suo Dio, per un potente e fantastico momento."
Ora, immaginatevi diverse pagine su questo andazzo e mettetevi nei panni della poveretta che leggerà le sue parole. Ora, aggiungete che la succitata poveretta rientra in quel dieci percento di donne che non ha MAI avuto un orgasmo in vita sua. E badate bene, non perché lei non ci abbia provato! Sarah non è una verginella, è una ragazza che ha avuto le sue esperienze e non ha nessun problema con il sesso. Non è frigida, le piace fare l'amore, solo che non riesce a venire. Ecco, ora immaginate che una come lei legga le vanterie di uno come lui. E immaginate quale possa essere la sua risposta, coadiuvata da qualche bicchiere di vino rosso scadente. Ci riuscite? No? Mi sento buona e vi lascio un altro assaggino, per farvi capire che Sarah è un bel peperino e non si farà mettere i piedi in testa tanto facilmente.
"Nonostante quello che lei pensa, non ha fatto venire tutte le donne con cui è stato più forte che mai nella loro vita. La spiacevole verità è che alcune di loro non sono venute affatto. Forse tutte quante le sono sembrate venire durante il sesso con il Mago delle Scopate, ma parlando a livello statistico, almeno il dieci percento di loro le sta mentendo. Perché? Per accrescere il suo piacere. Per non farla sentire un fallimento (considerato l'impegno che sicuramente ci mette)."
Eccola qui, la nostra agguerrita Sarah! Non è fantastica? Lei non sa però di essere appena diventata la preda più interessante per il nostro Jonas. L'Everest da scalare. E non solo perché non ha mai avuto un orgasmo, ma anche per il coraggio, l'arguzia e l'intelligenza con cui gli ha risposto. Ve l'ho detto che è un uomo sensibile e la personalità di Sarah lo ha colpito, lo intriga, lo affascina. 

Il loro incontro è un'esplosione ormonale che Hiroshima gli fa una pippa, ma è anche molto di più. Jonas e Sarah si capiscono al volo, hanno la stessa mente agile, sveglia, sfaccettata. Jonas non è solo un muscoloso e bellissimo uomo con la passione per le donne, è anche un uomo colto, profondo e curioso. Ama la filosofia, in particolare Platone, e ama la psicologia, in particolare quella femminile. Riesce a vedere dentro Sarah meglio di lei stessa. Riesce a capirla e ad indirizzarla verso la liberazione, con decisione e dolcezza e sensualità. E sì, anche con una buona dose di arroganza. 

Allo stesso modo Sarah intuisce che Jonas, proprio lui che ama così tanto la verità, sta vivendo una menzogna, senza nemmeno rendersene conto. Dovrà scavare, con costanza e delicatezza, ma anche con decisione, nel suo animo per fargli capire che quello che pensa di volere non è quello di cui ha bisogno.

Avrei tantissime cose da dirvi su questo libro, ci sono dei passaggi esilaranti, altri dolcissimi e altri ancora da buttarsi sotto la doccia fredda. Ma niente è mai gratuito, tutto è studiato nei minimi dettagli, comprese le metafore e le canzoni scelte da Jonas. Dico solo: "Madness".
Per concludere, non posso che consigliarlo caldamente, anche a chi, come me, non va matto per il genere erotico.

Il mio giudizio è: 

2 commenti:

  1. Ciao Alice! <3 Beh, devo dire che le tue premesse - cover noiosa e trama ritrita - erano le stesse mie, nate appena ho visto questa uscita. Però le tue parole mi rincuorano e sicuramente gli darò una chance. Con gli erotici di solito vado coi piedi di piombo, sono pochini quelli che mi convinco alla lettura xD Però dai, con quella mail sfrontata e arrogante Jonas si fa notare eccome :D

    RispondiElimina
  2. Sì Rosa, dai! Dagli una chance, ti prego! Sono troppo curiosa di leggere cosa ne pensi. *_*

    RispondiElimina