giovedì 16 marzo 2017

Lettura di gruppo Black Friars. L'Ordine della Chiave di Virginia de Winter capitoli da 21 a 25



Eccoci qui, con la tappa sui capitoli da 21 a 25 di Black Friars. L'Ordine della Chiave. Chiara del blog La Lettrice sulle nuvole si era beccata dei capitoli per niente facili, ma siamo sinceri... nemmeno questi sono stati una passeggiata. Axel precipita sempre più a fondo e non sa come venirne fuori. Pronti per partire?

Vi ricordo come sempre che si parlerà nel dettaglio di quello che accade in questi capitoli, quindi pioveranno spoiler per chi non li ha ancora letti. Io vi ho avvisati.
Ne approfitto anche per riepilogarvi velocemente il calendario e invitarvi nel gruppo aperto di Facebook (lo trovate qui). Se volete rinfrescarvi la memoria sul primo volume della serie, L'Ordine della Spada, qui trovate la mia recensione.


Calendario:
Giovedì 16 febbraio • Capitoli 1-5 • Blog New Adult Italia
Giovedì 23 febbraio • Capitoli 6-10 • Blog La lettrice sulle nuvole
Giovedì 2 Marzo • Capitolo 11-15 • Blog New Adult Italia
Giovedì 9 Marzo • Capitolo 16-20 • Blog La lettrice sulle nuvole
Giovedì 16 Marzo • Capitoli 21-25 • Blog New Adult Italia
Giovedì 23 Marzo • Capitoli 26-30 • Blog La lettrice sulle nuvole
Giovedì 30 Marzo • Capitoli 31-35 • Blog New Adult Italia


Titolo: Black Friars. L'Ordine della Chiave
Autrice: Virginia de Winter
Serie: Black Friars #0.5
Editore: Fazi
Data di uscita: 14 luglio 2011
Genere: fantasy

Trama: Axel Vandemberg, giovane erede al trono del regno più importante del Vecchio Continente, farebbe qualsiasi cosa per amore, anche picchiare uno dei suoi migliori amici. Imprigionato nel carcere degli studenti per una rissa, il suo unico, struggente pensiero è dedicato a Eloise Weiss, la ragazza cui ha consacrato la vita fin dall'infanzia. Axel non sa che il suo mondo sta per essere sconvolto dal fatale incontro con Belladore de Lanchale, una cortigiana dal fascino oscuro che ben presto imprigiona il ragazzo in una trama fitta di bugie e ricatti. Mentre Axel lotta contro la seduzione del male, la città pare farsi specchio dei suoi tormenti, trasformandosi in uno scenario di efferati delitti. Protetto dalla notte, tra i vicoli non ancora illuminati dalla luce a gas di una città ammantata di atmosfere gotiche, un assassino inafferrabile uccide giovani umane e bellissime vampire. Unica traccia utile alla Magistratura incaricata delle indagini è il macabro e accurato gioco dell'omicida, che ricompone i corpi delle vittime ispirandosi a celebri fiabe: Raperonzolo strangolata dalle sue lunghe trecce, la Bella Addormentata dilaniata dal morso del principe. Biancaneve avvelenata dalla mela...


Commento sui capitoli da 21 a 25

Come ha riepilogato benissimo Chiara nella tappa precedente (potete leggerla qui) Axel è in un mare di guai, per definire la situazione in modo elegante. I suoi stivali ritrovati sul luogo di un delitto non sono roba da poco e, da quel momento, vive costantemente con l'ansia di essere fermato e interrogato.
Nonostante i suoi problemi, si lascia trascinare a teatro dagli amici e Selina, la quale lo rimbrotta neanche tanto velatamente per la sua frequentazione a palazzo Belmont, residenza di Belladore. A questo punto il nostro biondino cade dalle nuvole, perché, a parte esserci stato una volta, e solo perché Bryce aveva insistito, non ci si è più avvicinato. O per lo meno, lui ne è convinto...
Inizia a capire che c'è qualcosa che non va e vuole confessarsi con Ross, ma non sa cosa dirgli, ha paura del suo giudizio.
Come poteva dirgli che quando sognava perdeva il controllo? Che la vedeva nuda, sporca di terra e di sangue, in lacrime tra le sue braccia, e che quella vista suscitava in lui un desiderio così violento da spingerlo a farla sua ancora e ancora.
Come poteva raccontagli che sognava di fare del male alla persona che più amava e desiderava proteggere al mondo, e che quel dolore gli dava piacere?
Purtroppo, però, non fa in tempo a confidarsi, perché l'amico deve andarsene e lui si ritrova (di nuovo) a vagare solo per la città e (di nuovo) incontra Alise. Qui Axel prende le distanze e, con i suoi soliti modi garbati, la spedisce dritta dritta nella friend zone. La rediviva dice però qualcosa che non mi ha entusiasmata neanche un po'.
«Non importa», rispose lei con un sorriso che aveva tutta la tenerezza del dolore. I suoi occhi scuri lanciavano un appello e lui distolse i propri. «Io vivrò in eterno, posso aspettare», aggiunse infine.
A questo punto mi stavo augurando vivamente che si togliesse dai piedi, e inizialmente sembrava che il mio desiderio venisse esaudito, peccato che questa cozza si cacci nuovamente nei guai e Axel debba correre in suo soccorso un'altra volta, scoprendo allo stesso tempo che la prima era stata una specie di trappola per incontrarlo. Un trucco ideato da quell'intrigante di Belladore.

Axel si allontana ma non va molto distante, di nuovo perso e confuso, incontra Eloise. La sua presenza non ha spiegazioni, ma lui nemmeno le cerca. È così felice e fuori di sé da non farsi alcuna domanda. Prende e basta. Per poi svegliarsi nel proprio letto, ricoperto di sangue, graffi e lividi. È sconvolto, sull'orlo della pazzia e non sa a chi chiedere aiuto.
Spaventato, dolorante e confuso, esce per sbarazzarsi delle lenzuola insanguinate, rischia di essere ammazzato e si ritrova nella Cattedrale di Delamàr. Gli appare come un porto sicuro, sapendo che è terreno consacrato e le croci sono benedette per bandire. Eppure, non lo è affatto. Belladore compare dal nulla e si siede al suo fianco, giustificando così la sua presenza:
«Io sono Belladore. Trovo sempre un modo per ottenere ciò che voglio», rispose lei con inquietante dolcezza.
Il loro dialogo è inquietante e non fa che accrescere l'ansia e la preoccupazione di Axel. Capisce di essere finito nelle sue mire e sembra non avere vie di uscita. Cosa può fare contro una creatura così potente? Ma il peggio deve ancora venire. Perché, tornato al collegio, parla con Bryce e scopre che Eloise non si è mai mossa da casa, è sempre stata ad Adelnor. Il che significa che lui è stato a letto con un'altra donna, che Belladore l'ha morso e negli ultimi tempi è stato sotto il suo controllo. Finalmente capisce tutto e ne rimane completamente devastato, perché questo significa solo una cosa: ha perso la sua Eloise. 

A questo punto, però, succede qualcosa di inaspettato: viene rapito e portato via in carrozza. Grazie al cielo non è l'ennesima disgrazia (una cosa nella vita doveva pur andargli bene a questo povero ragazzo) e si ritrova insignito del titolo di Conte dell'Ordine della Chiave da niente meno che Rafael Valance. Il cerchio inizia a chiudersi...

Con il capitolo 25 iniziamo la terza parte e ritroviamo un Axel cresciuto e abbronzato, dopo aver passato l'estate al sud, ma anche indurito e serio. Ha perso il suo aspetto da ragazzo ed è diventato l'uomo che abbiamo trovato nell'Ordine della Spada. Ma avrà bisogno di tutta la sua forza e il suo coraggio, perché inizia un nuovo anno accademico ed Eloise è arrivata alla Vecchia Capitale. Fossi in lui, sarei terrorizzato a morte. 

Con questo chiudo il mio recap, rendendomi conto che è lunghetto, ma sono successe davvero un sacco di cose e il bello deve ancora venire. Cosa ha fatto Axel in quei mesi che è stato lontano? Quali sono i suoi rapporti con Belladore? E come reagirà Eloise la prima volta che i loro sguardi si incroceranno?

Lo scopriremo continuando insieme la lettura dei prossimi capitoli. 
Vi aspettiamo giovedì prossimo sul blog di Chiara. Baci!

3 commenti:

  1. Oh che ansia questi capitoli e che sofferenza! Finalmente inizia a capire però questo aumenta solo il dolore e io già soffro per i prossimi capitoli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sofferenza a palate! E meno male che avendo letto l'ordine della Spada sappiamo che andrà a finire tutto bene. Però la rabbia per tutti quegli anni sprecati... Mamma miaaaaaaa!

      Elimina
  2. Credo che questi capitoli siano stati il top della sofferenza. ..Axel forza vieni da me che ti consolo io! hihihi :)

    RispondiElimina